sabato 28 dicembre 2013

Capodanno, la notte si tinge di...


Siete indecisi su cosa fare a Capodanno? Ecco qualche idea per trascorrere un ultimo dell'anno nelle più belle città italiane. Scegliete il colore del vostro Capodanno e scoprite quale città fa per voi!
La notte si tinge di... 

- Rosso, il colore del fuoco. A Bologna è tradizione bruciare il Vecchione, un fantoccio che rappresenta l'anno vecchio. Il falò del Vecchione, che si tiene solitamente in Piazza Maggiore, ha il compito di spazzare via la negatività dell'anno che sta per concludersi.
Ancora in Emilia Romagna, per un altro spettacolo suggestivo: a Ferrara, la notte di san Silvestro il Castello Estense è visitato dalle allegorie dei Mesi, dipinte negli affreschi di Palazzo Schifanoia. Poi, allo scoccare della mezzanotte, la grande dimora viene letteralmente data alle fiamme!


- Azzurro, il colore dell'acqua. A Venezia il nuovo anno si saluta con un bacio. Dal 2007 Piazza San Marco si riempie di coppie di innamorati che allo scoccare della mezzanotte si scambiano un bacio, accompagnati dalle note di un'orchestra. Un bell'inizio romantico, no?


- Bianco, il colore della neve. Se non avete passato un "bianco Natal" siete ancora in tempo almeno per un candido Capodanno. Sono molte le regioni italiane dove poter trascorrere un'indimenticabile settimana bianca, dalle Dolomiti al Gran Sasso, alla Sila calabrese. Ogni località ha una sua caratteristica che certo non vi lascerà indifferenti, come Garessio, in provincia di Cuneo, dove le piste da sci sono... vista mare! A quasi 1400 metri d'altezza, infatti, si può ammirare in lontananza il Mar Ligure!

- Dorato. Pensavate che stessimo per parlare di veglioni e lustrini? No, il dorato a cui ci riferiamo è quello della sabbia. Appena possiamo corriamo ad affittare ombrellone e sdraio, ma anche quando il clima non lo permetterebbe, il tempo per un bel tuffo si trova sempre. I temerari che vogliono affrontare il gelo di Capodanno, possono farlo, generalmente abbracciati da un tranquillizzante sole, in Puglia o in Sicilia, ma anche al Nord, dove il clima non è proprio invitante, ci si tuffa: a Riva del Garda è ormai una tradizione. Se poi siete vicini a Roma, andate ad assistere ai coraggiosissimi che si immergono nelle acque del Tevere, il "fiume biondo". Anzi, dorato!